25 Maggio 2022

Formula 1 – Strepitoso Leclerc!

Il ferrarista vince anche a Melbourne e allunga in testa alla classifica generale

Perez e Russell completano il podio del GP di Australia. Si ritirano Sainz e Verstappen, Hamilton limita i danni chiudendo in quarta posizione

Leclerc domina il Gran Premio di Australia raggiungendo il suo primo Grand Chelem in carriera. Partito dalla pole position, il pilota monegasco mantiene la testa della corsa per tutta la gara e completa il proprio trionfo conquistando anche il giro veloce all’ultimo passaggio prima della bandiera a scacchi.

Un inizio di stagione straordinario per Leclerc e la Ferrari che va al di sopra di ogni aspettativa. Anche a Melbourne, il pilota classe 1997 ha girato con un passo gara impressionante, insostenibile per le Red Bull e le Mercedes che per lunghi tratti hanno perso oltre mezzo secondo a giro. Così anche il divario in classifica generale inizia a farsi significativo: Leclerc si trova in testa con 71 punti, davanti a Russell, Sainz e Perez, fermi rispettivamente a 37, 33 e 30 punti; più attardati i grandi favoriti per la lotta al titolo iridato Hamilton e Verstappen, i quali occupano solo la quinta e la sesta posizione, a dimostrazione di questo loro difficile inizio di stagione. Per il pilota inglese, fermo a 28 punti, le difficoltà sono dovute soprattutto al feeling non ancora sbocciato con la nuova macchina, la quale non gli permette di esprimersi al meglio delle sue possibilità. Per il campione del mondo in carica, invece, il ritardo in classifica è dovuto alla scarsa affidabilità della sua Red Bull che lo ha costretto già a due ritiri (non dimentichiamo però la grande vittoria a Jeddah che gli ha dato i suoi attuali 25 punti).

Anche nella classifica costruttori la Ferrari inizia a prendere il largo con un vantaggio di 39 punti sulla Mercedes e di 49 sulla Red Bull. Unica nota negativa di questo inizio di stagione per la scuderia di Maranello è il ritiro di oggi di Sainz che, dopo una brutta partenza dovuta molto probabilmente alle gomme hard, al secondo giro è andato in testacoda ed è finito nella ghiaia delle vie di fuga.

Lo spagnolo ha fatto mea culpa al termine della gara, spiegando: “È stato un brutto weekend per me, ho avuto un altro problema al volante che mi è costato due stalli. Ma ho sbagliato io provando ad andare all’attacco con le gomme dure ancora fredde. Dovevo avere pazienza. Devo imparare da questo errore – dice a Sky Sport – era una buona chance per provare a rimontare, non l’unica. Ma l’errore è stato mio, ero fuori posizione con una gomma non pronta. Certo i problemi non aiutano. Mancano ancora 20 gare”.

La cronaca della gara

Al semaforo verde grande partenza di Hamilton che sorpassa Norris e Perez, portandosi alle spalle di Verstappen in terza posizione. Bene anche la Mercedes di Russell che alla fine del primo giro è quinta dopo il sorpasso ai danni di Norris. In testa, come detto, la Ferrari di Leclerc impone da subito il proprio ritmo alla gara, portando a oltre un secondo il vantaggio su Verstappen dopo i primi due giri. L’ingresso della safety car in seguito al testacoda di Sainz riduce momentaneamente le distanze tra i piloti, ma quando la gara riprende al settimo giro il ferrarista torna subito ad allungare sui rivali. Nel frattempo Perez sorpassa Hamilton, portando entrambe le Red Bull davanti alle Mercedes, ma nessuno dei piloti in gara riesce a tenere il passo della Ferrari di Leclerc.

Al ventiquattresimo passaggio la gara potrebbe riaprirsi con il secondo ingresso della safety car dovuto all’incidente di Vettel, andato a sbattere contro le barriere protettive. Verstappen si incolla nuovamente a Leclerc, mentre in terza posizione c’è Russell che effettua il pit-stop in regime di safety car. Dietro di lui Alonso, il quale però non è ancora rientrato ai box, poi Perez e Hamilton. Quando la gara riprende due giri dopo, Verstappen prova ad attaccare Leclerc, ma il monegasco resiste e dal ventottesimo giro torna ad allungare sul rivale, mostrando un passo gara decisamente superiore e, a suon di giri veloci, vola via imprendibile lungo il tracciato di Melbourne.

Colpo di scena al trentanovesimo giro con Verstappen che è costretto al ritiro per un problema al motore. Si entra solamente in regime di virtual safety car con Leclerc che mantiene 11”6 su Perez, 15”4 su Russell e 16”8 su Hamilton.

Nell’ultima parte della gara le prime posizioni restano invariate, ma Leclerc non si limita solo a gestire il proprio vantaggio, continuando ad allungare sui rivali con un passo gara impressionante. Alla fine sono quasi venti i secondi di vantaggio su Perez che chiude secondo davanti alla Mercedes di un sorprendente Russell, il quale ha resistito agli attacchi del compagno di squadra Hamilton nell’ultima parte di gara.

Le parole di Leclerc al termine della corsa

“In F1 è la prima gara in cui abbiamo controllato il vantaggio. Che macchina che abbiamo! Un passo gara fortissimo, le gomme hanno retto, sono felicissimo. Dopo la safety avevo un enorme sottosterzo dopo la prima curva, ma dopo due o tre curve ho recuperato aderenza e passo. Siamo solo alla terza gara ma se devo essere sincero abbiamo una macchina fortissima e molto affidabile. Abbiamo possibilità di vincere il campionato, dopo due anni complicati”.