sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 28 Ottobre
DUEMILA22

Qatar 2022: un gruppo d tifosi gallesi arriverà solo usando un’auto elettrica

I Mondiali di calcio 2022 si terranno in Qatar, eccezionalmente nella finestra temporale fra novembre e dicembre (per ragioni “climatiche”)....

IN QUESTO ARTICOLO

I Mondiali di calcio 2022 si terranno in Qatar, eccezionalmente nella finestra temporale fra novembre e dicembre (per ragioni “climatiche”). Ma c’è comunque fermento per il torneo, che purtroppo non vedrà, di nuovo, la partecipazione dell’Italia. Ci sarà invece il Galles e un gruppo di tifosi ha scelto di partire con largo anticipo per il Qatar, in modo da assistere dal vivo alle partite della loro nazionale, ma in molti dubitano riusciranno ad arrivare in tempo. Nick Smith, Scott Young, Huw Talfryn Walters e Walter Pennell hanno infatti di deciso di intraprendere l’odissea da circa 8.000 chilometri usando  un’automobile elettrica.  Young, ex calciatore per il Cardiff City, ha spiegato che l’idea è nata nella chat privata dei dipendenti di Nathaniel Cars e il viaggio, che sta raccogliendo grande supporto da parte degli appassionati di calcio, inizierà oggi dal quartier generale della Federazione calcistica gallese. In totale il viaggio toccherà 19 Paesi, con l’ausilio di traghetti, con l’obiettivo di arrivare in Qatar entro il 21 novembre, data del debutto del Galles (alla prima Coppa del Mondo negli ultimi 64 anni) contro gli Stati Uniti.  Nick Smith ha commentato: “Sappiamo sembri un piano folle, persino il capitano Gareth Bale si è seduto nella macchina ed è sembrato dubbioso. Ma crediamo nella nostra vettura e siamo fiduciosi, siamo spinti dal nostro amore per il calcio e dalla passione per l’impatto positivo che la mobilità elettrica può avere sulle persone e sul pianeta. Ci saranno delle difficoltà, ma abbiamo ricevuto tanto sostegno e non vediamo l’ora di unirci agli altri tifosi in Qatar”. Le difficoltà saranno tantissime, specialmente nei passaggi attraverso paesi come l’Arabia Saudita dove scarseggiano le unità di ricarica per i veicoli. Ma i ragazzi continuano a crederci.  Scott Young ha dichiarato: “Nel Nord Europa ci sono diverse colonne di ricarica ma andando avanti servirà una pianificazione migliore. Però andrà tutto bene”. 

CONDIVIDI

Leggi Anche