giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 7 Dicembre
DUEMILA22

Nigeria: una commissione mette in guardia i giovani dai rischi di TikTok

La crescita in popolarità di TikTok in questi ultimi anni è stata impressionante. Nato nel 2016 come una semplice piattaforma...

IN QUESTO ARTICOLO

La crescita in popolarità di TikTok in questi ultimi anni è stata impressionante. Nato nel 2016 come una semplice piattaforma per diffondere video con sottofondi musicali, il social network è ora uno dei principali modi di espressione non solamente delle fasce più giovani, ma persino di realtà del mondo economico, dello spettacolo e persino di quello politico. Questo però, come in tutti gli altri casi, non rende il sito immune da pericoli e in queste ore l’allarme è stato lanciato dalle istituzioni in Nigeria.          Un comunicato da parte della Nigerian Communication Commission ha infatti messo in guardia gli utenti dal rischio legato alla partecipazione alle cosiddette “Video challenge” su TikTok. A causa del pericolo di esposizione dei loro dispositivi a malware capaci di rubare informazioni private.                                           Il Computer Security Incident Responce Team della Commissione ha infatti spiegato che gli hacker sfruttano queste “sfide” in quanto adatte a diventare virali, per diffondere un malware capace di sottrarre dati agli account chiamato “The WASP” o “The W4SP”. Questo malware sarebbe capace di raccogliere screenshot, video da un dispositivo, o persino di attivare o disattivare camera e microfono. Oltre a questo, The WASP permetterebbe ai cybercriminali di sottrarre dati sensibili legati al possessore, come nomi, password, intere chat, la cronologia dei siti visitati o persino resoconti delle attività bancarie.                       L’allarme è stato reso necessario dalla rapidissima diffusione di TikTok fra le fasce più giovani della popolazione nigeriana: la piattaforma è al momento il nono social network più utilizzato nel Paese, ma la sua popolarità è in costante crescita, cosa che purtroppo lo rende terreno fertile per gli hacker e i malintenzionati nella sfera cibernetica.

CONDIVIDI

Leggi Anche