NEWS > 17 Maggio
DUEMILA23

Italia-Emirati: Tajani vede ministro Economia, forte impegno rilancio rapporti.

Nuove opportunità Internazionali. Il vice premier e ministro degli Esteri Antonio Tajani ha incontrato questa mattina alla Farnesina il ministro...

IN QUESTO ARTICOLO

Nuove opportunità Internazionali.

Il vice premier e ministro degli Esteri Antonio Tajani ha incontrato questa mattina alla Farnesina il ministro dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti, Abdullah Bin Touq Al Marri. Tajani e Al Marri, si legge in uan nota, hanno discusso delle principali questioni economiche bilaterali, alla luce del forte impegno del Governo italiano per il rilancio delle relazioni tra Roma e Abu Dhabi con la firma il 3-4 marzo scorsi della Dichiarazione sul partenariato strategico. Il ministro emiratino si trova in questi giorni in Italia anche per partecipare a Milano il 19 maggio a “Investopia Europe”, importante piattaforma di investimento globale legata all’iniziativa “Investopia” lanciata dal governo degli Emirati Arabi Uniti nel 2021, e che costituisce l’occasione per imprese italiane ed europee di aprirsi a nuove proposte di investimento e stringere accordi con i più importanti leader di settore (saranno presenti oltre 50 aziende emiratine).

La partnership economica fra Roma e Abu Dhabi si conferma particolarmente fruttuosa: nel 2022 il valore dell’interscambio è stato pari a 8 miliardi euro (+19%), facendo registrare un aumento record delle nostre esportazioni (6 miliardi euro, +28%). Il settore di punta resta la gioielleria, seguito da macchinari per l’industria, apparecchiature elettriche, prodotti agroalimentari, autovetture e arredamento. Gli Emirati sono inoltre il primo mercato di destinazione del nostro export nell’area: l’Italia è il 7° fornitore (2° in Ue dopo la Germania) e il 19° cliente degli Eau. La presenza imprenditoriale italiana è solida e capillare, con circa 600 imprese operanti nei settori dell’energia, delle infrastrutture e dei trasporti. Tajani e Al Marri si sono soffermati sulle prospettive di nuove collaborazioni e opportunità di business, in particolare nei campi dell’innovazione (come nel settore delle biotecnologie e della farmaceutica), dell’agroalimentare, dello spazio e della sostenibilità ambientale.

CONDIVIDI

Leggi Anche