NEWS > 9 Luglio
DUEMILA24

Tre Anni fa Ci Lasciava Raffaella Carrà: Un’Artista e Icona Indimenticabile

L’Addio alla “Regina della Televisione” Il 5 luglio 2021, l’Italia ha detto addio a una delle sue figure più amate...

IN QUESTO ARTICOLO

L’Addio alla “Regina della Televisione”

Il 5 luglio 2021, l’Italia ha detto addio a una delle sue figure più amate e iconiche: Raffaella Carrà. La grande artista, conosciuta come la “Regina della televisione”, è scomparsa a causa di una malattia con cui combatteva da tempo. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nel panorama dello spettacolo italiano e internazionale.

Gli Inizi e il Primo Successo
Il successo di Raffaella Carrà sul piccolo schermo è iniziato con il programma “Io, Agata e tu” insieme a Nino Taranto e Nino Ferrer. La trasmissione, che è andata in onda per quattro puntate, era un mix di sketch comici, canzoni, musiche e balletti, che ha subito conquistato il pubblico.

Lo Scandalo e la Popolarità
Nel 1971, Raffaella è diventata un fenomeno mediatico con “Canzonissima”, affiancando Corrado. La sua esibizione nella sigla d’apertura “Ma che musica maestro!” ha suscitato scalpore per l’ombelico scoperto, un atto considerato audace per quei tempi. Le canzoni “Chissà se va” e “Tuca Tuca”, con il famoso balletto sensuale, hanno ulteriormente consolidato la sua fama. Solo dopo l’esibizione con Alberto Sordi, il “Tuca Tuca” ha superato le censure, diventando un fenomeno popolare.

La Consacrazione con “Milleluci”
Nel 1974, Raffaella ha condotto “Milleluci” insieme a Mina, consolidando la sua posizione come showgirl completa. La sua capacità di intrattenere e la sua presenza scenica l’hanno resa una figura amatissima dal pubblico.

Il Successo Musicale
La carriera musicale di Raffaella è stata altrettanto brillante. Il suo primo album, “Raffaella”, ha preceduto il secondo, “Raffaella Carrà”, contenente il successo “Borriquito”, che ha avuto grande riscontro nel mercato latino. Tra i suoi grandi successi, ormai evergreen, si annoverano “Rumore” (che le ha fruttato un disco di platino), “A far l’amore comincia tu” (scelta da Paolo Sorrentino per “La grande bellezza” e remixata da Bob Sinclair), “Forte, forte, forte”, “Fiesta” e “Tanti auguri”.

Gli Anni ’80: La Nascita di un’Icona Televisiva
Negli anni ’80, Raffaella ha affiancato nuovamente Corrado in “Fantastico 3” insieme a Gigi Sabani e Renato Zero. La sigla “Ballo ballo” è diventata una delle sue performance più celebri. La sua consacrazione a conduttrice televisiva è arrivata con “Pronto, Raffaella?”, il primo programma di mezzogiorno della Rai, che ha evidenziato la sua capacità di intrattenere e il suo carisma naturale. La sigla “Fatalità” della prima edizione e “Que dolor” della seconda hanno contribuito al successo dello show, che è stato venduto anche all’estero. Nel 1984, Raffaella è stata premiata come “Personaggio televisivo femminile a livello europeo” dall’European TV Magazines Association.

La Versatilità di una Star
Il successo di “Pronto, Raffaella?” ha portato alla versione serale del programma, “Buonasera Raffaella”, dove ha intervistato e duettato con ospiti di prestigio come Henry Kissinger, Joe Cocker, Riccardo Cocciante, Patty Pravo, Stevie Wonder, Ginger Rogers e Sammy Davis Jr.

Gli Ultimi Anni e l’Eredità
Negli ultimi anni, Raffaella ha continuato a essere una presenza costante nel mondo dello spettacolo. Ha partecipato come coach a “The Voice of Italy” insieme a Noemi, Piero Pelù e Riccardo Cocciante. Nella stagione televisiva 2014-2015, è tornata su Rai 1 con il talent-show “Forte forte forte”, ispirato a una delle sue canzoni più famose.

Il suo ultimo programma, “A raccontare comincia tu”, andato in onda nel 2019, ha visto Raffaella dialogare con personalità illustri dello spettacolo come Maria De Filippi e Paolo Sorrentino. La sua capacità di connettersi con le persone e di raccontare storie ha reso il programma un successo. Nel 2020, il quotidiano britannico The Guardian l’ha incoronata sex symbol europeo, riconoscendo il suo impatto duraturo e la sua eleganza senza tempo.

Un’Icona Indimenticabile
Raffaella Carrà rimarrà per sempre un’icona della televisione e della musica italiana. La sua carriera è stata costellata di successi, scandali, innovazioni e momenti indimenticabili. La sua capacità di reinventarsi e di rimanere sempre al passo con i tempi le ha permesso di conquistare diverse generazioni di spettatori.

Il Ricordo
Oggi, a tre anni dalla sua scomparsa, il ricordo di Raffaella Carrà è più vivo che mai. Le sue canzoni, i suoi programmi televisivi e il suo spirito indomabile continuano a ispirare e a emozionare. La sua eredità nel mondo dello spettacolo è immensa, e la sua figura rimarrà per sempre nel cuore di chi l’ha amata e seguita.

Raffaella Carrà ha incarnato la bellezza, la grinta e la versatilità dell’intrattenimento italiano. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto, ma il suo spirito vive attraverso le sue opere e i ricordi che ha lasciato. Come diceva una delle sue canzoni più celebri: “A far l’amore comincia tu”. Raffaella ha iniziato molte cose e il mondo dello spettacolo continuerà a seguire il suo esempio.

CONDIVIDI

Leggi Anche