27 Settembre 2022

Pomigliano d’Arco: a bordo di uno scooter con la pistola, la polizia Locale arresta un 19enne

Pomigliano d’Arco (Na). Ieri sera poco prima delle 23, gli agenti della polizia Locale, diretti dal comandante Luigi Maiello, hanno arrestato A. E., e denunciato S. C., entrambi 19enni e residenti ad Acerra. Gli uomini della Municipale, durante i controlli notturni, hanno notato subito uno scooter SH Honda, di colore nero, zigzagare nel traffico di via Cavallotti, in direzione piazza Mercato, la targa del motociclo era coperta da una mascherina chirurgica, a bordo vi erano i due giovani sprovvisti di casco. Gli agenti in borghese, coadiuvati dalla pattuglia in supporto, con azione rapida e fulminea, hanno immediatamente bloccato i due soggetti, intimandogli l’alt.

Il sentore dei caschi bianchi era giusto; durante la perquisizione, infatti, il passeggero A. E., dietro la schiena, nascondeva una pistola calibro 22, in più era sprovvisto di documenti di riconoscimento, per lui sono scattate subito le manette e successivamente l’arresto. Il giovane al momento è ai domiciliari, su di lui pende l’accusa di arresto in flagranza per porto abusivo d’arma da fuoco, il conducente, invece, S.C., è stato denunciato in stato di libertà, la pistola e lo scooter sono stati posti sotto sequestro. Queste attività messe a segno dagli agenti della polizia Locale, non sono nuove, il lavoro svolto è atto a contrastare non solo la movida notturna ma tutto quello che concerne la micro e macro criminalità. Questo lo si deve al colonnello Maiello, soprannominato il comandante di “ferro”, un grande curriculum alle spalle e soprattutto operazioni sui territori degni di nota. Maiello che in passato ha operato in Comuni difficili, sciolti per infiltrazione camorristica, proprio a Pomigliano, lo scorso anno fu minacciato di morte, il servitore dello Stato, non si è mai scoraggiato ed allo stesso tempo non si è mai fatto intimidire, il lavoro quotidiano lo dimostra, di recente, nel parcheggio della Municipale, furono date alle fiamme tre autovetture di servizio, Maiello ed i suoi uomini non si sono mai arresi, con grande senso del dovere continuano a far rispettare la legge per le strade di Pomigliano d’Arco.