giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 11 Novembre
DUEMILA22

Gran Bretagna, l’economia soffre ma gli analisti avvertono: “È solo l’inizio”

Continua la contrazione dell’economia britannica, che nell’ultimo trimestre analizzato, da luglio a settembre, ha visto un calo del Prodotto Interno...

IN QUESTO ARTICOLO

Continua la contrazione dell’economia britannica, che nell’ultimo trimestre analizzato, da luglio a settembre, ha visto un calo del Prodotto Interno Lordo di 0,2 punti percentuali. Un dato raccolto dall’Office for National Statistics e che è meno alto delle iniziali previsioni, ma ampio abbastanza da certificare l’inizio di una lunga recessione.  Il calo del PIL per settembre ammonta a 0,6 punti percentuali e di 0,1 punti percentuali ad agosto, dati che secondo il report sono legati al calo delle performance del retail, dovuto alle difficoltà del settore manifatturiero e allo stop forzato a causa della morte della Regina Elisabetta.

Stando a quanto riportato da ABC News, l’economia nel Regno Unito si è contratta di 0,2 punti percentuali rispetto alla fase pre-covid ed è adesso in sofferenza (come la maggior parte degli altri paesi) per via dell’inflazione galoppante e del conflitto in Ucraina, cause principali dell’aumento dei prezzi.

Non aiuta il momento di grande incertezza a livello politico, con l’annuncio delle misure economiche dell’ormai ex Primo Ministro Liz Truss, prima delle sue dimissioni (che causò panico nei mercati finanziari). Ma il peggio, sembra, deve ancora venire per la Gran Bretagna. L’analista Nicholas Hyett ha commentato i risultati del terzo trimestre del 2022. “Si tratta di dati ricchi di segnali allarmanti: con i consumatori costretti ad agire al risparmio in vista di quello che sarà un inverno difficile e le proposte del governo di alzare in modo considerevole le tasse tagliando gli investimenti, mi aspetto una nuova e forte contrazione anche nell’ultimo trimestre dell’anno”.

CONDIVIDI

Leggi Anche