giovedì2 Febbraio 2023
NEWS > 11 Novembre
DUEMILA22

Il premio Oscar a Paul Haggis condannato per stupro

Il regista canadese premio Oscar Paul Haggis è stato condannato a pagare almeno 7,5 milioni di dollari a una donna...

IN QUESTO ARTICOLO

Il regista canadese premio Oscar Paul Haggis è stato condannato a pagare almeno 7,5 milioni di dollari a una donna che lo ha accusato di stupro. La giuria, nell’emettere la sentenza, si è riservata  di assegnare ulteriori sanzioni a carico del regista. Haggis è stato citato da una pubblicitaria, Haleigh Breest, che lo ha accusato di averla stuprata, nel gennaio del 2013, dopo la proiezione di un’anteprima di un film. Il regista ha assistito impassibile alla lettura della sentenza girandosi, poi, verso le tre figlie, sedute tra il pubblico. Breest, oggi trentaseienne. ha detto che Haggis, dopo averla costretta ad un rapporto orale, la violentò nonostante le sue suppliche di fermarsi.  Haggis, 69 anni, ha detto che la donna aveva un atteggiamento ”civettuolo” e che quanto accadde era del tutto consensuale, affermando, peraltro, di non ricordare se avessero avuto rapporti.
Haleigh Breest,, nel corso della sua deposizione,  ha affermato di aver subito conseguenze psicologiche e professionali dal suo incontro con Haggis, che ha citato  in giudizio alla fine del 2017.  Pur assegnandole 7,5 milioni di dollari per compensare le sofferenze, la giuria ha concluso che dovrebbero essere assegnati anche danni punitivi. I giurati torneranno a riunirsi lunedì per ulteriori procedimenti giudiziari che li aiutino a definire l’importo di ulteriori sanzioni. Breest, in particolare, ha detto di aver deciso di citare in giudizio Haggis perché le sue condanne pubbliche nei confronti di Weinstein l’hanno fatta infuriare: “Quest’uomo mi ha violentata e si presenta come un campione delle donne al mondo”, ha ricordato di avere pensato. Altre quattro donne hanno anche testimoniato di essere state vittima del regista, anche se nessuna di esse ha avviato una azione legale. Durante tre settimane di testimonianze, il processo ha esaminato i messaggi di testo che Breest ha inviato agli amici su ciò che è successo con Haggis, le e-mail tra loro prima e dopo la notte dell’episodio. I giurati hanno ascoltato ampie testimonianze sulla Chiesa di Scientology, la religione fondata dall’autore di fantascienza e fantasy L. Ron Hubbard negli anni ’50, di cui ha fatto parte per decenni prima di uscirne e denunciarla nel 2009.

CONDIVIDI

Leggi Anche