sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 15 Novembre
DUEMILA22

Musica: la Sla costringe Roberta Flack ad abbandonare le scene

E’ un annuncio traumatico quello che la cantante Roberta Flack, vincitrice di un premio Grammy, ha affidato alla sua agente:...

IN QUESTO ARTICOLO

E’ un annuncio traumatico quello che la cantante Roberta Flack, vincitrice di un premio Grammy, ha affidato alla sua agente: la Sla (la sclerosi laterale amiotrofica) di cui soffre da tempo si è aggravata impedendole di cantare e rendendole difficile parlare. . In un comunicato, Susanne Koga, l’agente della cantante, nel rendere noto lo stato fisico di Roberta Flack ha però voluto affermare che, se la malattia “ha reso impossibile cantare e non facile parlare”, ”ci vorrà molto di più della SLA per mettere a tacere questa icona”. L’annuncio della diagnosi di sclerosi laterale amiotrofica alla vigilia della prima di “Roberta”, un lungometraggio documentario che debutterà giovedì al DOCNYC film festival. Roberta Flack ha avuto un successo globale con brani come “Killing Me Softly With His Song” e “The First Time I Ever Saw Your Face”. Quest’ultima canzone  la catapultò verso la celebrità dopo che Clint Eastwood l’usò come colonna sonora per una scena d’amore nel suo film del 1971 ”Brivido nella notte”, titolo italiano di ”Play Misty for Me”.  Il comunicato di Susanne Koga afferma che la cantante e pianista vincitrice di Grammy, ora 85enne, “ha in programma di rimanere attiva nelle sue attività musicali e creative” anche attraverso la sua fondazione omonima. Il documentario a lei dedicato, diretto dal regista italo-americano Antonino D’Ambrosio, sarà in concorso al festival DOCNYC e sarà trasmesso in televisione il 24 gennaio come parte della serie “American Masters” della PBS. Flack ha anche in programma di pubblicare un libro per bambini scritto insieme a Tonya Bolden, “The Green Piano: How Little Me Found Music”. L’artista, nata nella Carolina del Nord e cresciuta in Virginia, è figlia di pianisti e si è formata in modo classico: il suo talento le è valso un passaggio completo alla Howard University a soli 15 anni. “Ho sognato a lungo di raccontare la mia storia ai bambini su quel primo pianoforte verde, che mio padre mi ha trovato in una discarica, nella speranza che loro siano ispirati a realizzare i loro sogni”, ha dichiarato Flack nel comunicato. “Voglio che sappiano che i sogni possono diventare realtà con la tenacia, l’incoraggiamento della famiglia e degli amici e soprattutto la fiducia in se stessi”. La cantante ha avuto un ictus nel 2016 e due anni dopo è tornata ad esibirsi.

CONDIVIDI

Leggi Anche