sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 6 Dicembre
DUEMILA22

Afghanistan: talebani a sorpresa autorizzazione esami per le studentesse

Le ragazze afghane potranno sostenere gli esami di maturità questa settimana, anche se sono state bandite dalle aule scolastiche da...

IN QUESTO ARTICOLO

Le ragazze afghane potranno sostenere gli esami di maturità questa settimana, anche se sono state bandite dalle aule scolastiche da quando i talebani hanno preso il controllo del Paese lo scorso anno. La decisione, giunta assolutamente inattesa, si applica a 31 delle 34 province del Paese (nelle altre tre ci sono calendari scolastici diversi), dove a fine mese comincia la pausa scolastica invernale. Secondo un dirigente del dipartimento dell’Educazione di Kabul, gli esami si terranno mercoledì, pur non spiegando quante ragazze vi potranno partecipare.  Non ha fornito altri dettagli e non è quindi chiaro quante adolescenti potrebbero sostenere l’esame. L’annuncio ha creato sconcerto tra le studentesse che dovrebbero sostenere un esame annunciato all’improvviso e senza che, durante l’anno, abbiano potuto leggere anche una sola pagina dei loro libri, dopo che i talebani hanno praticamente chiuso loro le porte delle scuole.  I talebani hanno preso il controllo totale dell’Afghanistan nell’agosto dello scorso quando, quando i militari americani e della Nato stavano abbandonando il Paese, dopo venti anni di guerra. Le iniziali promesse di moderazione e rispetto dei diritti delle donne e delle minoranze sono state presto dimenticate. Anzi è stata ampliata l’interpretazione più rigida della legge islamica.  Quindi: no alle ragazze nelle scuole medie e superiori; limiti al lavoro femminile; obbligo di indossare in pubblico abiti che celino volto e corpo; divieto per le giovani di frequentare parchi, palestre e luna park.  Però alle donne afghane non è impedito l’accesso alle università. Quindi le ragazze che supereranno gli esami potrebbero chiedere di essere iscritte alle facoltà. Il trattamento da parte dei talebani di donne e ragazze in Afghanistan è stato oggetto di pesanti critiche. All’inizio di questo mese, un team di esperti delle Nazioni Unite ha affermato che il trattamento riservato alle donne potrebbe costituire un crimine contro l’umanità e quindi dovrebbe essere indagato e perseguito ai sensi del diritto internazionale. Accusa respinta dai talebani.

CONDIVIDI

Leggi Anche