sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 6 Dicembre
DUEMILA22

Indonesia: approvata legge che rende l’adulterio punibile penalmente

Il Parlamento indonesiano ha ufficialmente approvato una discussa revisione del codice penale che rende punibile penalmente il sesso extramatrimoniale: la...

IN QUESTO ARTICOLO

Il Parlamento indonesiano ha ufficialmente approvato una discussa revisione del codice penale che rende punibile penalmente il sesso extramatrimoniale: la proposta, contenente 627 articoli, era stata definita da un gruppo parlamentare a novembre e la sua approvazione è arrivata all’unanimità.  L’assemblea ha, quindi, dato l’ok per l’attuazione di diversi emendamenti legislativi che vanno a modificare il codice: il sesso al di fuori del matrimonio sarà ora punibile con un anno di carcere (la convivenza extraconiugale invece potrebbe portare alla sanzione per sei mesi). Stando a quanto riportato dall’Associated Press, le accuse di adulterio al marito non potranno essere arbitrarie, ma dovranno essere necessariamente accompagnate da un rapporto redatto dalla polizia su richiesta dello sposo della donna, dai suoi genitori o dai suoi figli.  La proposta approvata dal Parlamento rende queste sanzioni automatiche non soltanto per i cittadini dell’Indonesia, ma persino per gli stranieri che stanno visitando il Paese.  Una svolta repressiva fortissima, accompagnata da altri divieti estremamente severi, come l’illegalità della promozione dei metodi di contraccezione o della blasfemia, o la reintroduzione delle sanzioni per aver pronunciato insulti rivolti al presidente in carica (fino a tre anni di carcere), al vice presidente, a istituzioni statali o all’ideologia nazionale stessa.                                                                                                      Dopo l’ok arrivato all’unanimità dal Parlamento, il nuovo codice penale dovrà essere approvato con la firma dal presidente indonesiano Joko Widodo e la sua attuazione non sarà immediata.  Edward Hiariej, Vice ministro della giustizia e dei diritti umani, ha commentato: “Questo nuovo codice ha diverse disposizioni nuove che devono essere regolate, sarà quindi impossibile implementarlo in un solo anno. Ma al massimo ci sarà bisogno di tre anni”.                                                                                                   Le polemiche infuriano già da diverse settimane in Indonesia, fra chi ritiene la legge una durissima violazione dei diritti umani e chi la critica anche per questioni più “pratiche”, come il rischio che essa incoraggi casi di corruzione delle forze dell’ordine. E da qui all’entrata in vigore del nuovo codice penale, è lecito aspettarsi discussioni sempre più feroci.

CONDIVIDI

Leggi Anche