sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 4 Novembre
DUEMILA22

Twitter: class action contro i licenziamenti in massa previsti da Musk

Descrivere Twitter come un’isola felice sarebbe stato decisamente un eufemismo negli anni passati, date le tantissime polemiche che hanno riguardato...

IN QUESTO ARTICOLO

Descrivere Twitter come un’isola felice sarebbe stato decisamente un eufemismo negli anni passati, date le tantissime polemiche che hanno riguardato la piattaforma social fondata da Jack Dorsey. Ma dall’arrivo al timone di Elon Musk, che ha acquisito il sito per 44 miliardi di euro, l’ormai famoso “uccellino” è piombato nel caos.  Ai casi legati all’aumento dei messaggi razzisti per via delle promesse di una minore moderazione dello stesso Musk e all’introduzione dei una tassa mensile per avere la “Spunta Blu”, si aggiunge quello dei tagli del personale previsti dal nuovo proprietario.                                                                       Il patron di Tesla infatti mira a licenziare ben 3.700 dipendenti di Twitter nelle prossime ore, con l’annuncio ai dipendenti che è previsto per il 4 novembre. Sono diversi i dipendenti storici della piattaforma che stanno lanciando messaggi sui loro profili social, riferendosi a questo provvedimento come “The Snap” e citando l’ormai famosa scena dell’universo cinematografico Marvel, in cui Thanos cancella metà dell’universo con uno schiocco di dita.                                                                                            Messaggi che possono sembrare malinconica ironia, ma che sono l’unico modo per esprimersi dato che diversi dipendenti hanno già perso l’accesso ai loro dispositivi, alle loro e-mail e ai loro account di Slack lavorativi. È per questo che è stata, stando a quanto riportato dal New York Times, avviata una class action per citare in giudizio direttamente Twitter: secondo le indiscrezioni di Bloomberg, la denuncia è stata portata alla corte federale di San Francisco poche ore fa e accusa la piattaforma di licenziamenti senza gli obbligatori 60 giorni di preavviso.                                                                                                                       Un inizio turbolento per Musk alla guida di Twitter, con un ultimo ,ma rilevante particolare rivelato dal giornalista del NY Times, Casey Newton: la mail che annuncia il licenziamento dei dipendenti non è firmata.
Qualunque cosa stia per accadere ai lavoratori di Twitter, non sarà fatto a nome del nuovo patron del social network.

CONDIVIDI

Leggi Anche