sabato28 Gennaio 2023
NEWS > 1 Dicembre
DUEMILA22

Giappone: confermata la costituzionalità no ai matrimoni omosessuali

Duro colpo per i sostenitori dei diritti LGBTQ+ in Giappone: in queste ore era attesa una sentenza con cui sarebbe...

IN QUESTO ARTICOLO

Duro colpo per i sostenitori dei diritti LGBTQ+ in Giappone: in queste ore era attesa una sentenza con cui sarebbe stata valutata la costituzionalità del divieto di matrimoni fra persone dello stesso sesso. Ebbene, la sentenza ha confermato la legittimità del no, confermando quello nipponico come unico Paese membro del G7 in cui i matrimoni omosessuali non sono legali.  Si tratta di una decisione presa dal Tribunale del distretto di Tokyo, che va a confermare quella arrivata da un tribunale di Osaka lo scorso giugno.

La legittimità del divieto di matrimoni fra persone dello stesso sesso era stata messa in discussione da un tribunale di Sapporo, che nel 2021 sancì l’incostituzionalità di questo “blocco” dopo aver valutato il caso di quattro coppie omosessuali. Le otto persone ritenevano l’impossibilità di unirsi in matrimonio tra omosessuali come “una violazione dei diritti umani”, richiedendo contestualmente anche un risarcimento da un milione di yen ciascuna. Se il risarcimento monetario è stato rifiutato dal Tribunale, la decisione di non permettere matrimoni omosessuali era stata comunque indicata come anticostituzionale, sentenza però smentita dal tribunale di Tokyo.

Gli attivisti per la difesa dei diritti LGBTQ in Giappone dovranno quindi lavorare ancora a lungo, dato che il partito del primo ministro Fumio Kishida ha più volte detto di non avere intenzione di rivedere l’attuale legislazione sull’argomento. L’unico barlume di speranza arriva proprio dalla sentenza di Tokyo, che, nonostante la conferma dell’illegittimità dei matrimoni omosessuali, ha comunque decretato che l’assenza totale di un qualsiasi atto giuridico che regoli le coppie di persone dello stesso sesso (e che conseguentemente impedisce loro di avere una famiglia) rappresenta una violazione dei diritti umani. Spiraglio per una possibile battaglia futura.

CONDIVIDI

Leggi Anche